Twilight Struggle – Recensione
Voto 78

Il premiato board game Twilight Struggle nella sua versione videogame, cambia il modo in cui intavolare la storica guerra fredda. Disponibile per PC, Android e iOS

  Voto 78 good
Voto 0
Summary rating from user's marks. You can set own marks for this article - just click on stars above and press "Accept".
Accept
  Voto 0.0 bad

Twilight Struggle – Recensione

Twilight Struggle porta la Guerra fredda dietro gli schermi

Twilight Struggle è considerato da molti come il miglior board game esistente. La resa dell’ambientazione è magistrale, la sfida per influenzare il pianeta è ben bilanciata e la meccanica legata alle carte evento contribuisce a un mix perfetto degli elementi di gioco. Era logico quindi pensare a una trasposizione in videogame per questo colosso fra i giochi da tavolo. Da qualche tempo qui su rewindie abbiamo iniziato ad approfondire il tema board game e ci pareva giusto fare un confronto fra l’esperienza da tavolo con quella proposta a schermo. Sviluppata dallo studio indie Playdek per Asmodee Digital nel 2016, ecco come abbiamo approcciato questo nuovo modo di intavolare la sfida.

twilight struggle

Signore dei pupazzi

Le regole del gioco sono invariate, la sfida uno contro uno fra U.S.A e U.S.S.R catapulta i giocatori nel teso clima della Guerra fredda. Ogni turno una mano di carte ci consente un’azione di apertura oltre a vari utilizzi dei valori di influenza. Questo valore serve a incrementare il controllo di uno stato sulla mappa del globo o di causare tragici colpi di stato che rischiano di far salire il livello di DEFCON. Questa scala indica quanto si è vicini alla terza guerra mondiale, evento che dichiara la fine del gioco e sancisce la sconfitta di chi ha causato questo disastro.

Dobbiamo insomma cercare di guadagnare lo status di più grande superpotenza senza eccessivo uso della forza, tramite intrighi politici, progresso scientifico nella corsa allo spazio e sfruttamento dei paesi più deboli. In questa recensione non approfondiremo le regole del gioco che invece abbiamo tentato di riassumere in un articolo sulle nostre impressioni di gioco.

twilight struggle

Twilight Struggle consente di iniziare una partita contro l’IA o in multiplayer online contro avversari umani. In seguito alla scelta della nazione, ci ha subito colpito l’ottima realizzazione dell’interfaccia di gioco. La plancia è stata riprodotta fedelmente e tutti gli elementi sono ben visibili fin da subito. I tracciati punteggio e corsa allo spazio si alternano a quelli di DEFCON e operazioni militari, così da tenere sempre traccia dell’esito della sfida. Da mobile sono particolarmente utili gli zoom automatici che rapidamente spostano la visuale sulla porzione di mondo desiderata. Purtroppo lo spostamento di visuale non avviene automaticamente durante il turno nemico e questo a volte non rende subito chiara la mossa dell’avversario.

Riscrivere la storia

Tutte le carte sono ben leggibili e l’interfaccia di gioco aiuta a setacciare le possibili opzioni suggerendoci l’uso disponibile per ogni azione e in alcuni casi utilizzando degli highlight sugli stati interessati da un evento. Questo aspetto è molto utile ad affinare la padronanza delle regole di questo gioco che rimane comunque complesso al primo approccio e che quindi consigliamo anche come strumento di allenamento per le successive partite attorno a un tavolo.

Abbiamo particolarmente apprezzato la possibilità di effettuare il rollback di un’azione prima della definitiva conferma. Questa funzione permette di sperimentare l’efficacia di una scelta, ovviamente il tutto limitato alla decisione finale, ad esempio prima del lancio di un dado. Oltre all’ottima realizzazione grafica, anche il sonoro contribuisce ad un elevata resa dell’ambientazione. Gli effetti, tra sirene di allarme e discorsi politici, ti fanno immedesimare alla perfezione in questo travagliato contesto storico.

twilight struggle

Uomo vs Macchina

La prova contro avversari IA non è una passeggiata ma nemmeno troppo impegnativa. Se siete già conoscitori del gioco probabilmente abbandonerete in fretta questa parte per dedicarvi invece alle ben più difficili sfide contro avversari umani. Stiamo parlando di un gioco del 2016 ma le lobby sono ancora piuttosto popolate e non abbiamo avuto difficoltà ad iniziare nuove partite. Le regole di ogni incontro sono definite dall’host e consentono di variare un handicap di bilanciamento o la durata della partita. Ci siamo stupiti di come sia possibile portare a termine tranquillamente una partita con durata novanta minuti (quarantacinque per giocatore), ma è comunque possibile organizzare partite che durano più giorni per gli amanti di sfide ragionate e spalmate su un lungo lasso di tempo.

Purtroppo però il gioco perde molto del suo fascino se comparato alla versione da tavolo. Non c’è niente da fare, stare a tu per tu con il proprio avversario e comunicare con lui direttamente non ha eguali. Non è ovviamente un difetto di questa versione videogame che rimane comunque una valida alternativa vista la difficoltà che hanno molti ad intavolare giochi lunghi e complessi come Twilight Struggle.

twilight struggle

Il team di Playdek ha fatto davvero un ottimo lavoro in questo particolare porting. Twilight Struggle mantiene intatto il suo grandioso impatto per meccaniche ed ambientazione, facendoci solo sentire la mancanza delle sensazioni fisiche che un gioco da tavolo può trasmettere. Lo riteniamo comunque una realizzazione positiva che consigliamo a tutti gli appassionati di board game, soprattutto per la versione mobile che speriamo possa prendere il posto sul vostro smartphone di uno dei tanti “clash” o similari.

Twilight Struggle – Recensione ultima modifica: 2018-06-13T08:00:02+00:00 da Matteo Gallo

Post Correlati

Finding Light – Recensione

Finding Light - Recensione

In Finding Light veniamo presi di pesi e gettati nei primi anni '90, in un JRPG in scala di grigi così classico che più classico non si può. Disponibile per PC.

Giana Sisters: Twisted Dreams Owltimate Edition – Recensione

Giana Sisters: Twisted Dreams Owltimate Edition - Recensione

Giana Sisters: Twisted Dreams Owltimate Edition è un platform sviluppato dalla Black Forest Games per PlayStation 4, PlayStation 3, Xbox 360, Xbox One, Microsoft Windows, Wii U, Nintendo Switch remake del 2009 di Giana Sisters DS.

Wandersong – Recensione

Wandersong - Recensione

Wandersong è un'avventura platform sviluppata da Greg Lobanov nella quale viviamo la colorata e canora avventura di un bardo sorridente. Disponibile su PC e Nintendo Switch.

Lascia un commento