Scribblenauts Mega Pack – Recensione
Voto 76

Scribblenauts Mega Pack racchiude i due titoli più apprezzati della serie e arriva su PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch, pronto per stimolare la fantasia di novizi e veterani

  Voto 76 good
Voto 0
Summary rating from user's marks. You can set own marks for this article - just click on stars above and press "Accept".
Accept
  Voto 0.0 bad

Scribblenauts Mega Pack – Recensione

Il gradito ritorno di Maxwell e Lily in Scribblenauts Mega Pack

Vi assicuriamo che pensare al fatto che il primo capitolo di Scribblenauts ormai risale a nove anni fa, fa salire quella sensazione di vecchio e stantio e apre le porte per la casa di riposo. È però esattamente così: la serie sviluppata da 5 th Cell e prodotta da Warner Bros sta per entrare nella sua prima decade di vita, e quale migliore occasione per tornare a farsi vedere se non portando le due più grandi glorie, Scribllenauts Unlimited e Scribblenauts Unmasked: A DC comic adventure, sulle console di attuale generazione? È proprio questa l’intenzione di Scribblenauts Mega Pack, una vera e propria collection dei due titoli più amati della serie (con qualche livello e contenuto aggiuntivo) arrivata da qualche giorno su PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch. Un esperimento riuscito, o un raffazzonato tentativo di arginare il buco creatosi con Scribblenauts Showdown?

Scribblenauts Mega Pack

C’era una volta Maxwell

In principio era Maxwell. Il primo vero eroe di Scribblenauts è il nostro amato nano col cappello rosso (o sono proprio i capelli? …mai capito sul serio) che parte in un viaggio disperato alla ricerca della salvezza per la sua sorellina, Lily, colpita da un sortilegio lanciato da un mago dopo una loro marachella.

In Scribblenauts Unlimited, Maxwell ha con sé il suo quaderno magico, capace di creare qualsiasi cosa vi sia scritta sopra e proprio tramite questo fantasioso strumento dovremo risolvere i problemi di vita di chiunque incontreremo nel nostro pellegrinaggio nel mondo, che siano uomini, donne, bambini, animali o oggetti. Al completamento di una richiesta riceveremo in cambio un frammento di Starite e, accumulandone dieci, una stella completa che ci permetterà di avvicinarci di un passo verso la salvezza di nostra sorella.

Scribblenauts Mega Pack

Scribblenauts Unmasked: A DC Comics Adventure invece parte con un banale litigio fra Maxwell e Lily su quale dei supereroi DC sia effettivamente il più forte. Si armano quindi di penna e si teletrasportano a Gotham City, dove rimarranno intrappolati e dovranno, anche qui, accumulare Starite per riuscire a tornare a casa.

Insomma, le basi di “trama” da cui si parte sono piuttosto diverse, ma l’obiettivo finale dei vari titoli di Scribblenauts è sempre lo stesso.

Una macchina è parcheggiata dove non dovrebbe? Prendiamo il nostro quaderno, scriviamo “carro attrezzi” e spostiamola verso un luogo più sicuro. Uno scarafaggio si sente solo? Creiamone un altro e facciamoli proliferare, poi magari però diamo anche fuoco a tutto che non si sa mai possa accadere anche nella vita vera. I pirati dei cieli ci minacciano? Armiamoci di jetpack (perché senza non sarebbe Scribblenauts) e bazooka e abbattiamoli in un solo colpo.

Scribblenauts Mega Pack

Il quaderno di Maxwell è anche in grado di aggiungere aggettivi a oggetti e persone già esistenti o da noi create, il che rende l’esperienza di gioco ancora più vasta e variegata, in un turbinio di combinazioni fra loro molto differenti per risolvere lo stesso problema.

Se Scribblenauts ha un punto forte è quello di stimolare e premiare la creatività. Vi possiamo assicurare che se inizialmente le soluzioni saranno piuttosto semplici e immediate, nel proseguire dei titoli vi accorgerete che vi sarà sempre più difficile trovare una risposta alla richiesta di quel particolare PNG. Non tutto è immediato, e vi servirà molta fantasia per arrivare alla fine.

Astronauti scomodi

Siamo sinceri: se i precedenti capitoli di Scribblenauts erano originariamente usciti su Nintendo DS e PC un motivo c’è. E questo motivo si chiama “comodità”. Come ormai avrete potuto capire, la serie si basa puramente sulla scrittura di parole e lo schermo touch del Nintendo DS o, ancora di più, la tastiera del PC sono perfettamente funzionali allo scopo.

Scribblenauts Mega Pack

Per ovviare alla mancanza di tali periferiche, la versione console si è dotata di un sistema di digitazione “a fiore”, dove le lettere sono raggruppate in gruppi da quattro a formare una croce. Si selezionerà il gruppo con la levetta analogica e successivamente la lettera con i tasti frontali a destra del controller (quadrato, x, cerchio, triangolo sulla PlayStation 4, ad esempio).

Potrete ben capire che la comodità non è esclusiva di questa versione, quindi, pur ammettendo che dopo diverse ore di gioco utilizzare questo sistema diventerà molto più veloce di quanto si possa pensare all’inizio. Non abbiamo riscontrato, invece, alcun problema dal punto di vista dell’ottimizzazione su console.

Dopo l’enorme scivolone verso la mediocrità fatto con Scribblenauts Showdown, un ritorno alle origini non era dovuto, ma sicuramente lo abbiamo apprezzato. Basta party game, vogliamo più Scribblenauts.

Scribblenauts Megapack è un ottimo modo per far avvicinare i profani della serie a Maxwell e Lily, aggiungendo qualche contenuto extra che male non fa mai. I veterani troveranno, invece, un sistema di digitazione molto più scomodo di quello a cui erano abituati, ma ritornare a vivere le avventure dei nostri nanetti è sempre piacevole. Un buon passatempo e uno spunto per spronare la fantasia nelle nostre anziani menti.

Scribblenauts Mega Pack – Recensione ultima modifica: 2018-10-05T07:00:11+00:00 da Marta Gravina

Post Correlati

OkunoKA – Recensione

OkunoKA - Recensione

Okunoka è un platform 2D masocore prodotto e ideato dal team indipendente italiano Caracal Games per Nintendo Switch e in futuro per Playstation 4, Steam e Xbox One.

Desert Child – Recensione

Desert Child - Recensione

Desert Child è un life-sim racing shoot 'em up nel quale dobbiamo diventare il pilota numero uno del sistema solare. Disponibile per PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.

Reigns: Game of Thrones – Recensione

Reigns: Game of Thrones - Recensione

Reigns: Game of Thrones ci prende di peso e ci catapulta a Westeros, fra intrighi, tradimenti, Estranei e tanto, tanto freddo. Disponibile per PC, iOS e Android.

Lascia un commento