Gridd: Retroenhanced – Recensione
Voto 77

In Gridd: Retroenhanced simuliamo l’intrusione all’interno di un sistema informatico pilotando una navicella capace di distruggere le difese informatiche a protezione del mainframe. L’azione frenetica richiede buoni riflessi per schivare le minacce mentre con i laser distruggiamo ogni nemico che ci capita a tiro. Disponibile per PC ed Xbox One

Summary   Voto: 77.0% 77 good
Voto 0
Summary rating from user's marks. You can set own marks for this article - just click on stars above and press "Accept".
Accept
Summary   Voto: 0.0% 0.0 bad

Gridd: Retroenhanced – Recensione

Gridd: Retroenhanced mette a dura prova i vostri riflessi

La generazione che ha vissuto l’epoca d’oro delle sale giochi sarà felicissima di mettere le mani su Gridd: Retronhanced, il cui intento è quello di ricreare, in chiave next-gen, un retro game che celebra i successi dei coin-op. I riferimenti a quell’epoca sono presenti in tutta l’esperienza di gioco a partire dallo stile dei menù fino al vero e proprio gameplay. Con una grafica pulsante realizzata da luci a neon scintillanti ed una colonna sonora fatta di martellanti suoni synth, il giocatore è trascinato in una folle corsa verso un mainframe da hackerare. Pilotare la navicella è una difficile prova di riflessi che ci impegna nello schivare miriadi di ostacoli diversi mentre cerchiamo di abbattere le difese di sistema.

gridd retroenhanced

Il caos è un’ottima cosa

La prima modalità di gioco disponibile è definita Arcade ed è una sorta di story mode. Sfrecciando su una pista che ricorda moltissimo lo stile delle veloci corse del film Tron, dobbiamo affrontare una moltitudine di pericoli. La navicella ha una barra vitale che si danneggia ogni volta che ci scontriamo con barriere luminose a difesa dell’ IA, la malvagia entità che dobbiamo distruggere. L’incredibile semplicità dei comandi, possiamo solo muoverci e sparare, non deve far pensare ad una scarsa profondità. Gridd: Retroenhanced è veramente una dura sfida e gli sviluppatori di Antab Studio si sono impegnati nel creare molti tipi differenti di ostacoli, tutti da affrontare in modo diverso e con prontezza. Colonne di laser da schivare a destra e a sinistra, griglie da superare con movimenti casuali, robot che fanno fuoco verso la nostra posizione, pannelli che possiamo colpire solo quando mostrano il loro punto debole e la lista può continuare a lungo fino ad un dragone che pare nuotare nel codice sorgente e che è capace di riflettere i nostri colpi rimandandoli al mittente.

gridd retroenhanced

La modalità Arcade si fa via a via più difficile e i nostri primi obiettivi sono l’apertura delle grandi porte del firewall per accedere a delle backdoor, simulate come una prova di abilità in cui raccogliere tutti i numeri di un codice che, una volta decifrato, ci premia con una vita aggiuntiva. Questo non è l’unico bonus disponibile, durante la velocissima corsa dobbiamo fare attenzione a non mancare sfere luminose che forniscono il veicolo di uno scudo, armi migliorate oppure power up che ripristinano parte della salute persa per strada. Tentare di affrontare la sfida senza sbloccare questi potenziamenti è impegnativo e spesso raggiungere un bonus implica rischiare grosso. Gridd: Retroenhaned sfrutta ottimamente la telecamera ed il risultato è adrenalinico godimento. La pista sembra una traccia fissa da rispettare ma in realtà possiamo muoverci in ogni direzione, roteando la visuale che segue i nostri spostamenti dandoci la sensazione di schivare per un soffio ogni ostacolo. Anche durante gli scontri con i boss le inquadrature massimizzano l’impatto visivo, incrementando l’epicità dello scontro. Una menzione d’onore va al boss finale, una lotta emozionante degna conclusione a questa modalità.

Infiniti modi di fallire

Dopo esserci fatti le ossa con la modalità Arcade, possiamo affrontare il vero cuore del gioco: Endless mode. Come è facile intuire, si tratta di una pista senza fine dove lo scopo è massimizzare il punteggio ad ogni run. La particolarità però è la generazione procedurale della pista che vi metterà alla prova ogni volta in modo diverso. La velocità dell’azione mista alla miriade di ostacoli differenti è incredibilmente divertente ma non è per tutti. Il grado di sfida è davvero elevato e potrebbe scoraggiare chi non cerca questo tipo di divertimento. Come nei vecchi cabinati da sala giochi, ogni volta che siamo sconfitti ci appare un riepilogo del punteggio che verrà inserito direttamente in una classifica sempre consultabile e che sarà il nostro riferimento per cercare di portare l’asticella sempre più in alto sfondando il nostro precedente record.

gridd retroenhanced

Abbiamo provato per la prima volta Gridd: Retroenhanced alla Milan Games Week 2017 e ci ha da subito colpito per l’alta qualità della sua realizzazione. I comandi rispondono perfettamente, la sfida è dura ma non impossibile e la modalità endless rende il gioco molto longevo. Il genere è sicuramente una nicchia, ma in questo sottoinsieme il titolo risplende grazie alle sue ottime caratteristiche. Rimarrete col fiato sospeso fino a che non farete uno sbaglio, perché in questo gioco rilassarsi non è previsto.

Gridd: Retroenhanced – Recensione ultima modifica: 2017-10-25T07:43:31+00:00 da Matteo Gallo

Post Correlati

Hello Neighbor – Recensione

Hello Neighbor - Recensione

  Voto: 68.0%

Hello Neighbor è un titolo survival horror nel quale dovremo intrufolarci nella casa del nostro vicino per portare a galla i suoi (e nostri) più oscuri segreti. Disponibile per PC, Mac e Xbox One.

Seven: The Days Long Gone – Recensione

Seven: The Days Long Gone - Recensione

  Voto: 89.0%

Seven: The Days Long Gone è un RPG isometrico 3D che fonde insieme meccaniche stealth, combattimento ed evoluzione del personaggio. Ambientato in un mondo post apocalittico costruito sulle rovine dell'antico splendore tecnologico umano. Disponibile per PC.

Tower 57 – Recensione

Tower 57 - Recensione

  Voto: 76.0%

Tower 57 è un Twin Stick Shooter in Pixel art sviluppato da Pixwerk nel quale affrontiamo la scalata di una torre in compagnia di bizzarri protagonisti. Disponibile per PC, Mac, Amiga

Lascia un commento