Frostpunk – Recensione
Voto 95

Frostpunk è il nuovo gioco di 11 bit studios, creatori di This War of Mine, che sfidano ancora una volta il giocatore a sopravvivere ma questa volta attraverso la gestione di una città divenuta preda di un inferno glaciale. Disponibile per PC

  Voto   Voto: 95.0% 95 great
Voto 0
Summary rating from user's marks. You can set own marks for this article - just click on stars above and press "Accept".
Accept
  Voto   Voto: 0.0% 0.0 bad

Frostpunk – Recensione

L’inferno non è mai stato così freddo come in Frostpunk

Quando ci troviamo davanti a un capolavoro e lo si osserva per la prima volta, non siamo sempre capaci di capirlo e apprezzarlo sin da subito. Proprio come per un famoso quadro di un museo, il primo sguardo a volte è offuscato dalla fama che precede l’opera, l’esperienza diventa deludente perché abbiamo davanti qualcosa di bellissimo ma ci aspettavamo di più. Però ad un tratto qualcosa comincia a succedere e, rimanendo ad osservare, ecco che poco a poco i dettagli diventano più chiari, iniziamo ad apprezzare i particolari e la visione d’insieme prende forma, ecco che finalmente vediamo. Capiamo quindi che abbiamo davanti un vero capolavoro, non possiamo smettere di godere dell’opera ed è proprio quanto ci è accaduto vivendo la prima esperienza di gioco con Frostpunk.

frostpunk

Fusione perfetta

Il genere in cui possiamo identificare Frostpunk si trova a metà tra city builder e survival, definito dagli stessi sviluppatori society survival. Ambientato durante la gloriosa epoca vittoriana, questa avventura racconta di un cambiamento climatico che scatena un’era glaciale capace di soggiogare l’intero pianeta. Quando per gli scienziati londinesi diventa chiaro che questa morsa di gelo non accenna a fermarsi, viene approvata la costruzione di vari generatori di calore che dovranno accogliere future comunità di sopravvissuti. Gruppi di uomini e donne lasciano Londra diretti verso i generatori ed è così che ci troviamo a capo di una di queste isolate comunità la cui vita è appesa ad un filo e solo la forza dell’energia a vapore può garantire una speranza di salvezza.

Frostpunk divide dunque a metà i nostri compiti perché da una parte dobbiamo decidere come procedere con la costruzione della città, gestendo risorse e forza lavoro, dall’altra invece svolgiamo il ruolo di sindaco prendendo importanti decisioni sul sistema di governo e su delicate questioni che possono sfociare in terribili disordini. Il freddo è la nostra più grande ossessione e, grazie a una visuale tanto utile quanto di effetto, possiamo monitorare la temperatura di ogni edificio che ovviamente diminuisce tanto più la costruzione in esame è situata in lontananza rispetto al generatore. Lo sviluppo della città si diffonde così attraverso strade che formano tanti archi ammassati il più possibile verso l’unico centro, fonte di calore e di vita. Il generatore a vapore non è l’unico modo con cui scaldare l’ambiente perché possiamo decidere di installare e attivare caloriferi o piccole torri secondarie che svolgono il compito di hub per la diffusione del calore. Sottovalutare il freddo è un errore imperdonabile che può portare ad epidemie, morti per congelamento o alla scelta di trattamenti radicali come le amputazioni.

frostpunk

Scriviamo il manuale di sopravvivenza

L’accesso a numerose variabili del gioco avviene tramite la costante ricerca tecnologica, portata avanti da cittadini particolarmente abili chiamati ingegneri. L’albero tecnologico di Frostpunk è molto vasto e concede la ricerca di un solo progetto alla volta, costringendoci così a scegliere fra migliorie per la gestione del calore, edifici di raccolta risorse più avanzati o tecniche di sopravvivenza ed esplorazione migliorate. Alcuni di questi edifici richiedono a loro volta una forza lavoro di élite, al punto che presto gli ingegneri diventano loro stessi una preziosa risorsa da conservare e gestire. Le nuove strutture consentono di estrarre carbone, vitale per l’alimentazione della città, legna ed acciaio come materiali da costruzione oppure di svolgere lavori utili alla comunità quali cure mediche e raccolta di cibo. Frostpunk alterna un ciclo giorno-notte che si ripercuote sullo svolgimento di ogni attività, infatti i cittadini dividono il loro tempo tra riposo e turni lavorativi e diventa importante osservare i bilanci economici di ogni risorsa per evitare di avere i magazzini vuoti durante la gelida notte.

frostpunk

Dopo la costruzione di un faro segnalatore possiamo costituire delle squadre di esploratori, uomini coraggiosi a cui tocca uno dei compiti più pericolosi: avventurarsi all’esterno. Le lande ghiacciate attorno alla nostra città sono costellate da punti di interesse tra cui altri possibili insediamenti dove trovare nuovi sopravvissuti, avamposti ricchi di risorse o nuove tecnologie. Uno dei ritrovamenti più importanti riguarda la scoperta degli automatons, giganteschi robot steampunk capaci di lavorare giorno e notte negli edifici e che sono alimentati da rari motori a vapore chiamati steam core. Questi nuclei sono una risorsa utilissima per avviare gli edifici ed i progetti più ambiziosi come ad esempio fabbriche o miniere automatizzate. L’esplorazione tuttavia richiede tempo e spesso ci mette alla prova con scelte morali attraverso il racconto di brevi storie secondarie che possono anche condurre alla fondazione di avamposti utili a garantire importanti rifornimenti alla città.

frostpunk

Non esiste una cosa come la società…

Non siamo solo urbanisti o gestori di risorse, Frostpunk è un gioco che parla di persone. Molto presto il popolo inizia a fare domande e chiedere soluzioni ai gravi problemi a cui questo mondo impone di adattarsi. Vuoi costruire un cimitero per i cadaveri o semplici fosse nella neve? Vuoi permettere l’amputazione di chi ha subito la morsa del gelo? Vuoi aggiungere segatura alla zuppa e conservare il cibo per i tempi duri? Queste sono solo alcune delle molte scelte da prendere attraverso il libro delle leggi, un percorso di decisioni a bivi dal quale non si può tornare indietro; ogni legge è per sempre. Quando le cose inizieranno davvero a farsi difficili e le folle diventeranno incontrollabili, dovrete fare una delle scelte più importanti per il futuro della città: governare col pugno di ferro o attraverso la speranza data dalla fede? Non c’è una scelta giusta, ma il percorso intrapreso conduce a politiche e progetti esclusivi che caratterizzano il resto della partita.

frostpunk

Tutte queste decisioni impattano nei due parametri più importanti di tutto il gioco ovvero la speranza e il malcontento. Questi indicatori mostrano quanto la popolazione crede in voi e in una possibile salvezza, oltre a misurare lo stato di obbedienza dei cittadini. Lasciare incontrollati questi valori significa assistere ad episodi di violenza, ribellioni, suicidi, scioperi o richieste di cambiamento sempre più frequenti e drastiche. I modi con cui tenere a bada la popolazione sono numerosi, ad esempio l’edificazione di luoghi dedicati allo svago, la realizzazione delle promesse fatte ai cittadini tramite obiettivi secondari e il mantenimento di uno stile di vita accettabile con regolari razioni di cibo e la garanzia di un tetto sulla testa. Alcuni eventi collegati allo scenario possono influire moltissimo su questi indicatori, facendovi optare per drastici cambi di rotta nel mare dei vostri progetti.

frostpunk

…esistono solo uomini, donne e famiglie

Frostpunk non è un sandbox, ogni partita è una vera e propria campagna, diretta con perizia attraverso un crescendo di emozioni e di pericoli che non permettono mai un vero e proprio momento di pace. Fino alla fine il gioco vi sfida attraverso importanti cambiamenti che sconvolgono i cittadini e di conseguenza la continua raccolta di risorse. Grazie al calendario è possibile prevedere con qualche giorno di anticipo la situazione meteorologica e prepararsi ai vertiginosi cali di temperatura in attesa di un miglioramento. Verso la fine del gioco lo stress è così elevato da farci restare col fiato sospeso, sperando di poter sopravvivere ancora una notte. In qualità di sindaco dobbiamo essere flessibili, perché anche la situazione più dura e senza speranza può risolversi, a patto di aver fatto la scelta giusta.

frostpunk

11 bit studios ha fatto tesoro di molti elementi che sono stati la chiave del successo di This War of Mine, costruendo un gioco totalmente nuovo, scelta coraggiosa che fa sperare ad un brillante futuro per questa casa indipendente polacca. Forse Frostpunk pecca in immedesimazione rispetto alle storie di Pogoren, ma è evidente il balzo in avanti per mole di contenuti, meccaniche e variabilità nello stile di gioco. La campagna base può essere giocata e rigiocata con parametri di sfida sempre più duri e diversi, gli scenari cambiano le condizioni della partita aumentando la longevità e sono già stati annunciati nuovi contenuti in arrivo. Il comparto tecnico raggiunge a nostro avviso un grande risultato grazie a effetti grafici di pregio nell’interfaccia uniti a un setting che ricrea perfettamente la disturbante sensazione di freddo perenne, senza dimenticare il sonoro che accompagna i momenti più concitati con una direzione magistrale. Frostpunk non lascia scampo e, come l’implacabile freddo della sua ambientazione, ci ha catturato e non ci lascia andar via.

Frostpunk – Recensione ultima modifica: 2018-04-24T00:01:35+00:00 da Matteo Gallo

Post Correlati

Monster Prom – Recensione

Monster Prom - Recensione

  Voto: 64.0%

Monster Prom è un dating simulator sviluppato da Beautiful Glitch e pubblicato da Those Awesome Guys, basato su statistiche e mostri più o meno folli. Disponibile per PC.

All Star Fruit Racing – Recensione

All Star Fruit Racing - Recensione

  Voto: 75.0%

All Star Fruit Racing è un gioco di corse con Cart sviluppato in Italia e che introduce interessanti ed originali meccaniche strategiche. Disponibile per PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.

Inside – Recensione

Inside - Recensione

  Voto: 91.0%

Inside è un titolo contraddistinto da una forte componente narrativa realizzato con altissima qualità. Non mancano anche sessioni puzzle e platform per proseguire con la trama. Disponibile per PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.

Lascia un commento