Flat Heroes – Recensione
Voto 78

Flat Heroes è un nuovo frenetico gioco d’azione 2D che mette alla prova riflessi e abilità in livelli sempre più complessi e dallo stile minimalista. Disponibile per PC e Nintendo Switch

  Voto 78 good
Voto 0
Summary rating from user's marks. You can set own marks for this article - just click on stars above and press "Accept".
Accept
  Voto 0.0 bad

Flat Heroes – Recensione

Flat Hereos è frenesia pura in 2D

A volte l’astrattismo nei videogiochi non è un buon biglietto da visita. Nella selva di giochi indie che inondano il mercato, un primo sguardo può essere sufficiente a scartare un titolo in favore di un concorrente più appariscente. Giocando a Flat Heroes, sviluppato da Parallel Circles, ci torna spesso in mente il detto: “è nella botte piccola che si trova il vino buono”.

Infatti, nonostante l’apparenza possa far pensare ad un gioco povero di contenuti, abbiamo trovato in realtà un contenitore carico di elementi di buona qualità, capace di farci divertire per moltissime ore.

flat heroes

Piatto ma profondo

Dopo anni in accesso anticipato, Flat Heroes esce allo scoperto tuffandosi nel mare di puzzle game minimalisti. Non stiamo però parlando di un gioco statico in cui dobbiamo ragionare per ottenere la soluzione ad un livello. L’azione frenetica è la vera padrona di tutte le meccaniche di questo gioco. Ogni giocatore controlla un quadratino colorato capace di muoversi, saltare, scattare ed emettere uno scudo energico. I controlli sono estremamente semplici e intuitivi; abbiamo toccato con mano questo aspetto giocando assieme a persone molto lontane dal nostro hobby, ottenendo risultati sorprendenti. Flat Heroes dà il meglio di sé in compagnia e, sebbene giocare in solitario sia comunque apprezzabile per l’alto livello di sfida proposto, la natura party game di questa esperienza rimane la nostra preferita.

La modalità campagna si affronta mondo dopo mondo, ognuno composto da quindici livelli via a via più difficili. Fantastico il modo in cui gli sviluppatori mettono a proprio agio il giocatore schema dopo schema. All’inizio vincere uno stage è banale e i primi passi in un nuovo mondo hanno lo scopo di insegnare al giocatore le basi o i pattern di nuovi nemici mai visti prima d’ora. La varietà è la chiave del divertimento, mischiando level design e meccaniche di attacco sempre diverse, Flat Heroes riesce a stupirci continuamente e ad impegnarci con una progressiva curva di difficoltà bilanciata ad arte.

Quattro lati contro tutti

Per superare un livello dobbiamo sopravvivere a molteplici tipi di attacco: proiettili che arrivano da ogni direzione, raggi energetici, sfere di energia che si fiondano su di noi, missili a ricerca, serpenti alla snake e molto altro ancora. Abbiamo due modi per difenderci ovvero schivare e attaccare. Per evitare la distruzione possiamo sfruttare le superfici come scudo o addirittura arrampicarci su di esse per rimanere sospesi nel vuoto. Diventa fondamentale riuscire a padroneggiare lo scatto in volo per cambiare immediatamente posizione, spesso salvando la pelle.

Se ci troviamo alle strette invece, con l’apposito tasto possiamo generare un piccolo scudo energetico da usare col giusto tempismo. Lo scudo richiede qualche secondo di caricamento per essere usato e dobbiamo cercare di non trovarci senza difese al momento sbagliato. Questo lampo di energia ci protegge momentaneamente, ma diventa anche un utile strumento di offesa che conferma un altro famoso detto: “la miglior difesa è l’attacco”. Spesso infatti abbiamo risolto le peggiori situazioni con un pizzico di fortuna, buttandoci nella mischia e nel caos più totale piuttosto che restare nascosti ad attendere l’inevitabile.

In linea generale però, l’arma più importante nel vostro arsenale è la vostra capacità di prevedere il prossimo attacco. Molti nemici mostrano in anteprima dove andranno a colpire e quindi diventa fondamentale spostarsi in tempo al sicuro. Non è facile come sembra però, sia per il poco tempo di reazione disponibile sia perché a volte perfino le pareti possono diventare un pericolo e uccidervi!

flat heroes

Quattro lati ma mille sfaccettature

Nella modalità campagna avanziamo un passo alla volta verso la fine di uno dei mondi di gioco e, prima di passare al successivo, dobbiamo cimentarci in epiche boss fight. Questi scontri adrenalinici sono ben congegnati e testano all’estremo tutto quello che avete imparato fino ad ora. Per enfatizzare queste sessioni, Flat Heroes adotta efficaci slow motion e zoom che svolgono bene il loro lavoro. Il gioco non vi dice mai niente, solo sperimentando potete capire come distruggere questi cattivoni una volta per tutte; non dimentichiamoci che le vite sono infinite e, quando veniamo sconfitti, bastano pochi secondi per riprendere il livello da capo e gettarsi di nuovo nella mischia.

Oltre alla modalità campagna, questo indie ci stupisce per l’alto numero di contenuti. C’è una modalità sopravvivenza, in sostanza è una sfida endless che testa la vostra resistenza. Una modalità versus che spinge fino a quattro giocatori in una furiosa lotta per mantenere il controllo di un’area. Sfide giornaliere per competere in classifiche online in stile arcade con molte varianti sbloccabili solo un po’ alla volta.

flat heroes

Poche linee per tracciare qualcosa di complesso

Tutte le modalità sono affrontabili in multigiocatore locale e, oltre alla divertente modalità versus, anche la campagna in cooperativa funziona molto bene. Alle volte i livelli sono talmente difficili che ci si trova a fare il tifo per il compagno che ce la può fare, la cui vittoria porta avanti tutto il gruppo. C’è da dire però che la fisica del nostro quadrato può anche intralciare i movimenti degli alleati, trasformando una buona situazione in una sonora sconfitta.

Flat Heroes è realizzato con una direzione artistica minimalista, sia per grafica che per sonoro. Nonostante questo abbiamo apprezzato la chiarezza con cui è stato concepito il progetto, ottenendo un approccio al gioco pratico e immediatamente comprensibile. Gli effetti visivi nelle fasi più concitate sono ben riusciti e anche nel caos più totale riusciamo a controllare i movimenti del nostro eroe bidimensionale. Nell’insieme quindi siamo di fronte ad un titolo semplice ma capace di intrattenere per moltissimo tempo, soprattutto se giocato in compagnia. Questa esperienza frenetica potrebbe sostituire facilmente party game più blasonati e, per gli amanti delle sfide impossibili, ci sono le quest giornaliere che diventano imprese titaniche se miriamo al primo posto del podio.

flat heroes

Ci siamo divertiti moltissimo con Flat Heroes, tecnicamente abbiamo apprezzato come gli sviluppatori hanno saputo disegnare la curva di apprendimento, permettendo davvero a chiunque di partecipare all’azione. Fra risate, imprecazioni e mosse ninja che verranno ricordate per sempre, abbiamo scoperto un piccolo gioiellino nel suo genere. Consigliatissimo l’uso del pad.

Flat Heroes – Recensione ultima modifica: 2018-08-09T08:00:15+00:00 da Matteo Gallo

Post Correlati

Alter Army – Recensione

Alter Army - Recensione

Alter Army è il frutto della fatica di due giovani sviluppatori quindicenni. Un action caratterizzato da un combattimento veloce e hardcore. Disponibile per PC.

State of Mind – Recensione

State of Mind - Recensione

State of Mind è un'eterna dicotomia. Richard e Adam, Utopia e Distopia, Perfezione e Realtà. Disponibile per per PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.

Overcooked! 2 – Recensione

Overcooked! 2 - Recensione

Overcooked! 2 è un party game un po' folle a tema culinario. Sviluppato da Ghost Town Games e pubblicato da Team17, è disponibile per PC, PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch.

Lascia un commento