Europa Universalis IV: Golden Century
Voto 80

Europa Universalis IV: Golden Century è il nuovo immersion pack dedicato questa volta alle nazioni della pensisola iberica e non solo. Disponibile per PC

  Voto 80 great
Voto 0
Summary rating from user's marks. You can set own marks for this article - just click on stars above and press "Accept".
Accept
  Voto 0.0 bad

Europa Universalis IV: Golden Century

Europa Universalis IV: Golden Century alla scoperta del vecchio mondo

Cos’altro potevamo aspettarci dalle menti vulcaniche dei nostri beniamini di Paradox Interactive? Come aumentare la profondità di un gioco grand strategy di cui già non si vede più il fondo? Aggiungere ciurme indisciplinate di pirati ovviamente… e no, non è tutto qui quello che Europa Universalis IV: Golden Century aggiunge al gameplay dell’ammiraglia svedese.

Plus Ultra

Non parliamo di espansione vera e propria ma di un immersion pack che, come i precedenti di questa serie, vogliono approfondire le scelte di gioco in una particolare area del mondo; questa volta è toccato alla penisola iberica. Se decidi di fare un re-work in quella zona, devi pensare ovviamente a come affrontare la storia spagnola e quindi di fatto quella di mezzo mondo antico. Di conseguenza vediamo come la mappa si impreziosisce di nuove province per Castiglia, Aragona e Portogallo così da rendere tatticamente più interessante e lucrosa quest’area del vecchio mondo. Golden Century non è tuttavia dedicato soltanto alle nazioni cristiane, ma di fatto a tutti quei regni che in qualche modo hanno visto gravitare il loro destino attorno alla grande potenza spagnola. Le modifiche alla mappa quindi interessano in gran parte anche il nord Africa e il Messico.

europa universalis iv: golden century

Tutte le nazioni coinvolte in questi luoghi hanno visto un massivo upgrade al loro albero missioni. Per la nostra partita più intensa svolta per recensire Europa Universalis IV: Golden Century, abbiamo scelto di controllare la Tunisia e siamo stupiti di quante possibilità siano state aggiunte ad una nazione sicuramente marginale rispetto alle grandi potenze europee. Questo dovrebbe darvi la misura di quante opzioni di gioco sono state inserite. Le missioni sono moltissime e nel caso della Tunisia vi spingono al controllo del mediterraneo in una escalation di conflitti con le altre potenze marittime: Aragona, Genova e Venezia in primis. Le missioni hanno lo scopo di instradare il giocatore ma al tempo stesso di evolvere la partita in molteplici modi diversi, non sarete mai quindi troppo legati a queste scelte, sebbene i bonus derivanti siano davvero importanti. Ovviamente per Aragona, Castiglia e Portogallo abbiamo rami missione nettamente sviluppati e siamo di fronte a una miriade di possibilità che, ben sfruttate, possono dare un boost incredibile al vostro impero… forse addirittura troppo?

Quindici uomini sulla cassa del morto

Tra le meccaniche più divertenti aggiunte al gioco sicuramente questo immersion pack verrà ricordato per le Flagship ovvero navi speciali che possono acquisire tratti bonus come maggiore forza militare, efficacia in pirateria e così via. Le navi diventano potenti (e costosi) trofei di guerra che possono seminare il panico nelle battaglie navali.

Ma ovviamente la modifica che ha più destato scalpore, è stata l’introduzione di un nuovo tipo di “governo”, le Pirate Republics. Da questo momento Europa Universalis ha dato un nuovo senso all’area caraibica, permettendo la nascita di nazioni come New Providence o simili! Anche il giocatore può convertirsi a questo nuovo stile di gioco, soltanto però se il numero di province resterà basso e totalmente affacciato sul mare. Un particolare evento, durante la nostra partita, ha permesso la nascita in Algeria del leggendario Barbarossa, dandoci l’opzione di concedergli il controllo di una provincia per regnare sul mediterraneo come importante potenza marinara!

europa universalis iv: golden century

Altre meccaniche di gioco riguardano l’espulsione di minoranze, rendendo possibile scacciare le culture minori nel nuovo mondo, un metodo efficace per rendere sempre più coeso il nostro impero, visto che da adesso non sarà più così semplice convertire la religione di una provincia. Con Golden Century infatti, aumenta enormemente il costo di conversione di ogni provincia, al punto che senza idee religiose e bonus importanti ai missionari non è praticamente possibile pensare di convertire vaste regioni del mondo al nostro credo.

Come ogni immersion pack la domanda da farsi prima di acquistare il pacchetto è ovviamente riferita alla preferenza territoriale alla quale siamo affezionati. Questa volta però la zona interessata è talmente ampia da far assomigliare Europa Universalis IV: Golden Century a una vera propria espansione… e poi ci sono i pirati.

Europa Universalis IV: Golden Century ultima modifica: 2019-01-02T07:00:01+00:00 da Matteo Gallo

Post Correlati

Bury me, my Love – Recensione

Bury me, my Love - Recensione

Bury me, my Love è un'epopea moderna di una giovane donna siriana che parte alla ricerca di una vita migliore qua, nella nostra Europa. Disponibile per Android, iOS, PC e Nintendo Switch.

What Remains of Edith Finch – Recensione

What Remains of Edith Finch - Recensione

What Remains of Edith Finch è un'avventura narrativa nella quale esploriamo una strana casa alla scoperta del nostro passato. Disponibile su PC, PS4 e Xbox One

GRIS – Recensione

GRIS - Recensione

Un mondo grigio a cui ridare colore, un viaggio da percorrere, un dolore da accettare. Preparatevi ed entrate in GRIS. Disponibile su Nintendo Switch e PC.

Lascia un commento