Nintendo Gamescom – molte le uscite annunciate

Nintendo Gamescom – molte le uscite annunciate

Ecco tutti i Nindie in uscita annunciati da Nintendo alla Gamescom

Nintendo ha scelto Gamescom, la più grande conferenza di videogiochi in Europa, come palcoscenico per annunciare la pletora di titoli indie in uscita su Switch nei prossimi mesi. Qui sotto potete vedere il video di 22 minuti con tutte le uscite, ma vediamo tutti questi Nindie un po’ nel dettaglio.

Bad North (già disponibile)

Vichinghi, strategia e un’isola ogni volta diversa come campo di battaglia: questi gli ingredienti del titolo di Plausible Concept di cui già vi avevamo parlato, caratterizzato anche da uno stile grafico minimal ed elementi rougelike incredibilmente piacevoli.

Bad North

Morphies Law (già disponibile)

Forse uno dei titoli più divertenti dal punto di vista delle meccaniche di gioco. E’ uno sparatutto 4v4 che vi permette di cambiare le dimensioni delle varie parti del vostro corpo semplicemente colpendo a suon di proiettili l’analoga parte anatomica del vostro nemico: pensate ad un gigante con la testa piccolissima che cerca di colpire un minuscolo nemico dall’altra parte della mappa, e potete immaginare la divertente demenza che ogni partita può essere in grado di raggiungere.

Prison Architect: Nintendo Switch Edition (già disponibile)

E’ esattamente quello che sembra, cioè il port del titolo che vi mette al comando della creazione e gestione di una prigione, e contiene le prime due espansioni.

Prison Architect

The Gardens Between (20 Settembre 2018)

Descrivibile solo come una sorta di puzzle game surreale, il gioco ci vede al comando di due amici, Frendt e Arina, trasportati in un mondo misterioso pieno di giardini/isole costellati di memento della loro infanzia insieme: potremo muoverci nel tempo in entrambe le direzioni, usando questa meccanica per risolvere i vari puzzle. Il tono sembra molto interessante, e la meccanica della “manipolazione” del tempo, se utilizzata correttamente, può davvero rendere questo titolo un must-play.

Windjammers (23 Ottobre 2018)

Porting del classico per Neo Geo conosciuto come Flying Power Disc in Giappone, il gioco ci vede colpire una specie di frisbee con i pugni, tentando di farlo colpire determinate zone punti nella metà-campo avversaria. Nel 2019 riceverà un sequel, Windjammers 2.

Monster Boy and the Cursed Kingdom (6 Novembre 2018)

Successore spirituale dell’indimenticabile Wonder Boy, il gioco d’azione/avventura a scorrimento orizzontale continua la strada tracciata da Wonder Boy: Dragon’s Trap dell’anno scorso, con la collaborazione di Ryuichi Nishizawa: 6 personaggi giocabili, più di 15 ore di gioco e l’intramontabile feeling dei classici giochi della nostra infanzia. Serve altro?

Monster Boy

This War of Mine (Novembre 2018)

Il gioco a scorrimento laterale in 2D sarà portato su Switch: l’unico obbiettivo è sopravvivere alla guerra, con i pochi personaggi e mezzi a disposizione. Ispirato all’assedio di Sarajevo, il più lungo assedio della storia, il ritmo del titolo è scandito dalle due fasi di Giorno e Notte: la prima ci vedrà gestire i bisogno dei vari personaggi e le eventuali migliorie da applicare al nostro rifugio; di notte dovremo invece esplorare le zone circostanti, cercando provviste e materiali, incontrando anche comprimari che potranno essere ostili o meno.

This War of Mine

Everspace (Dicembre 2018)

Si parla di nuovo di porting, di nuovo di rogue-like, ma ciò non distoglie dall’interesse attorno al titolo, uno space-shooter ambientato in un universo in continuo mutamento, con una storia accattivante e che promette momenti personali e indimenticabili ad ogni run. Dico run e non “partita” perchè a quanto a pare la morte è certo inevitabile ma parte essenziale dello svolgimento narrativo. Misteri misteriosi.

Moonlighter (fine 2018)

Se avete mai desiderato di diventare il commerciante du role di ogni singolo GdR che si rispetti, questo gioco fa per voi: calatevi nei panni di Will, negoziante con il sogno di diventare un eroe. Il dungeon crawler dallo stile pixel art vi permetterà di trovare lo stile di combattimento che più vi si addice nell’affrontare i vari mostri che vi si pareranno davanti, ma anche la possibilità di gestire la vostra bottega, vendendo oggetti, assumendo personale e investendo in miglioramenti.

Moonlighter

Baba is you (autunno 2018)

Semplicemente indecifrabile, questo puzzle game sembra voler saziare la fame inespressa di enigmi dalle soluzioni non a prova di bebè. Astratto, enigmatico, quasi inafferrabile…insomma, mi ha già convinto.

Baba is You

Streets of Rogue

Figlio di indiscussi capolavori come Binding of Isaac Nuclear Throne, il titolo rogue-lite ci promette una combo di ingredienti che non può non metterci appetito: massima libertà in una città proceduralmente generata e popolata di persone che cercano solo di superare la loro giornata, più di 20 personaggi giocabili, una varietà assurda di oggetti e armi, modalità cooperative sia online che locali, e anarchica follia in ogni singolo pixel.

Night Call

Forse uno dei titoli più interessanti in lista: guidare il taxi per pagare spese e tasse non è l’unica preoccupazione del tassista protagonista, che si troverà coinvolto nella ricerca di un killer, sullo sfondo di una Parigi dagli affascinanti toni cupi e noir.

Children of Morta

La famiglia Bergson ha vegliato sul monte Morta per intere generazioni, ma ora la Corruzione sembra essere arrivata, portando mostri e violenza sulle loro terre. Ora i Bergson devono affrontare la pericolosa missione che li porterà a trovare le origini del male che li attanaglia. E’ nuovamente lo stile grafico il tratto distintivo di questo titolo, che però aggiunge un elemento piuttosto distintivo: ogni membro della famiglia ha una sua storia, suoi trascorsi, e sue uniche capacità, ognuna adatta a tipi di combattimento diverso (chi a lungo raggio, chi invece a ranghi serrati). Nei negozi dello zio Ben e di nonna Margaret potremo inoltre creare e migliorare il nostro equipaggiamento per affrontare al meglio i dungeon creati proceduralmente.

Children of Morta

Slay the Spire

Un altro port, stavolta di un dungeon crawler roguelike caratterizzato da combattimenti affrontati attraverso la creazione e l’utilizzo di specifici deck di carte: più di 200 quelle trovabili e utilizzabili, livelli generati proceduralmente, e personaggi principali ognuno con i propri personali set.

Slay the Spire

Terraria

Uscito originariamente nel 2011, il sidescroller 2D non sembra voler mollare la presa, e torna sulle nostre console con quel loop di meccaniche ormai assodate: esplora, combatti, trova risorse, costruisci, esplora di nuovo. Se vi piace il gioco o almeno il genere, la piattaforma di casa Nintendo sembra ideale almeno quanto lo era PSVita a suo tempo.

Terraria

I possessori di un Nintendo Switch non possono che essere soddisfatti di questi nuovi Nindies in arrivo.

Nintendo Gamescom – molte le uscite annunciate ultima modifica: 2018-08-22T15:02:06+02:00 da Enrico Andreuccetti

Post Correlati

Indie Arena Booth Gamescom 2018 annuncia la sua line up

Indie Arena Booth Gamescom 2018 annuncia la sua line up

Anche quest'anno non possiamo perderci le tante meraviglie all'Indie Arena Booth Gamescom 2018 Un altro anno è passato e ancora una volta l'Indie Arena Booth Gamescom 2018 ha organizzato e invitato un grande pool di sviluppatori provenienti da tutto il mondo per costruire tutti insieme una...

Indie MEGABOOTH PAX WEST 2018 lineup

Indie MEGABOOTH PAX WEST 2018 lineup

Annuncio e trailer per la lista dei partecipanti all'Indie MEGABOOTH PAX WEST 2018 Per chi non lo conoscesse, Indie MEGABOOTH è un 'importante e grande stand che nelle fiere più importanti raccoglie a sé tutto il meglio del panorama indie mondiale. In occasione dell'importante fiera di Seattle...

INDIGO 2018 Recap Trailer

INDIGO 2018 Recap Trailer

Un video ci riepiloga cosa avvenuto a INDIGO 2018 Utrecht, città olandese con i suoi famosi canali, è stata la stupenda cornice per l'evento INDIGO 2018, annuale ricevimento per sviluppatori e giocatori appassionati al mondo del indie gaming. Lo showcase ha avuto luogo il 29 giugno all'interno...

Lascia un commento