The Binding of Isaac: Four Souls – Isaac diventa un board game

The Binding of Isaac: Four Souls – Isaac diventa un board game

The Binding of Isaac: Four Souls è la nuova iterazione creata da McMillen

Dopo un bel po’ di silenzio, McMillen è tornato sotto i riflettori per annunciare la nuova iterazione del suo titolo più famoso, The Binding of Isaac. Questa volta per non parliamo di un videogioco, bensì di un board game. The Binding of Isaac: Four Souls è stato lanciato con un Kickstarter nella giornata di mercoledì scorso, con un obiettivo iniziale di circa 43.000 dollari. Obiettivo più che raggiunto, visto e considerato che nel momento in cui vi scriviamo, sono stati raggiunti i 423.000 dollari. Non male come inizio.

Proprio come nel videogioco, in Four Souls i giocatori dovranno sopravvivere contro terribili (e definirli così è un eufemismo) creature e intascarsi ogni sorta di bottino. La pagina Kickstarter descrive il gioco come segue:

2-4 giocatori a turno giocheranno le carte e utilizzeranno gli oggetti per uccidere mostri che, a loro volta, avranno oggetti, loot e qualche volta anime. Il primo giocatore che finisce il turno con quattro anime è il vincitore. Incoraggiamo la cooperazione, il baratto, ma anche il tradimento.

The Binding of Isaac: Four Souls

I ragazzi di PCGamer.com hanno avuto la fortuna di poter intervistare direttamente Edmund McMillen e sua moglie, Danielle, anche lei a lavoro col compagno. L’idea, a quanto pare, è nata da un fine settimana in cui era malato e, per puro divertimento, ha iniziato a pensare e creare nella sua testa il board game della sua creatura.

“Ho iniziato a creare il tutto nella mia testa, poi, quando sono stato meglio, io e mia moglie siamo andati ad acquistare l’occorrente, in primis un mazzo di carte e, nel corso della settimana successiva, siamo riusciti a creare una prima versione giocabile.”Edmund McMillen

Lo sviluppo è praticamente completato e, con i soldi raccolti dal Kickstarter, The Binding of Isaac: Four Souls è a un passo dalla creazione su larga scala, grazie al supporto di Studio 71, che si occuperà della pubblicazione del gioco.

The Binding of Isaac: Four Souls

Le regole sono semplici: esistono tre mazzi. Il mazzo degli oggetti, che contiene 100 carte che rappresentano un misto fra tesori già presenti in Isaac e nuove creazioni. Il mazzo del loot, ossia quelle carte che il giocatore avrà in mano e che pescherà regolarmente e infine il mazzo dei mostri, “pieno di boss, mostri base e avvenimenti casuali, come ceste del tesoro o maledizioni”. Ogni partita dura fra i 30 minuti e l’ora. Esistono diversi personaggi da scegliere, fra cui gli iconici del brand, Magdalene, Judas o lo stesso Isaac, ciascuno con sue abilità caratteristiche.

Importantissimi saranno anche i dadi (poteva esistere qualcosa di Isaac senza un po’ di RNG?). I combattimenti sono infatti influenzati dal lancio di dadi, rendendo il tutto molto più casuale e molto più… Drammatico.

Insomma, che dire: siamo curiosi. Curiosi di giocarlo, curiosi di piangere e di arrabbiarci. Curiosi, in generale. Perché nel bene e nel male, Isaac è sempre riuscito a stupire.

The Binding of Isaac: Four Souls – Isaac diventa un board game ultima modifica: 2018-06-28T16:52:39+00:00 da Marta Gravina

Post Correlati

Chocobo’s Crystal Hunt – Impressioni

Chocobo's Crystal Hunt - Impressioni

Tutti a caccia con Chocobo's Crystal Hunt ed espansione Dungeon & Monsters! Chiunque ami la saga di Final Fantasy sa benissimo cosa sia un Chocobo. C'è chi sogna di andare a caccia di tesori in groppa al pennuto con un bel flamenco di sottofondo, chi sogna di cavalcarlo per volare in ampi e...

Talisman – Impressioni

Talisman - Impressioni

Talisman è un classico senza tempo Ormai sulla scena dal 1983, Talisman è un classico degli appassionati di fantasy e di giochi da tavolo. Ad oggi siamo arrivati alla quarta edizione, ma è già da un po' che si vocifera di una quinta. Le meccaniche di gioco sono piuttosto semplici: ogni...

Pochi Acri di Neve – Impressioni

Pochi Acri di Neve - Impressioni

Sono solo Pochi Acri di Neve... Ormai è da molto che volevo parlarvi di un amore segreto, un gioco che custodisco gelosamente perché è stato per me il primo board game a unire la passione ludica con un’ambientazione storica. Ideato da Martin Wallace, Pochi Acri di Neve è un perfetto esempio di...

Lascia un commento