Sunless Skies – Anteprima

Sunless Skies – Anteprima

Sunless Skies ripropone vecchie dinamiche in una nuova ambientazione

Sunless Skies è il seguito spirituale del celebre Sunless Sea, sviluppato sempre dalla software house Failbetter Games. Purtroppo il gioco, pur riuscendo a spuntarla su Kickstarter ed ottenendo il beneplacito dei molti fan guadagnati con il successo del precedente titolo, sta zoppicando da tempo, a causa delle problematiche finanziarie del team.

Previsto prima per maggio 2018, poi per settembre ed infine per gennaio 2019, Sunless Skies pare colpito da una vera e propria maledizione, a partire dall’abbandono di Alexis Kennedy, la cui ultima opera abbiamo avuto modo di recensire poco tempo fa. All’abbandono di Kennedy nel 2016 si sono accompagnati anche i numerosi problemi economici, che hanno costretto il team a licenziare alcuni dipendenti, rallentando contestualmente il lavoro globale.

Nonostante le numerose difficoltà Sunless Skies è disponibile in Early Access su Steam, ed è un videogioco che svolge egregiamente il suo lavoro, pur mancando ancora di numerosi elementi per potersi definire acquistabile ad occhi chiusi.

sunless skies

Il titolo ci immerge subito in una realtà parallela ucronistica, dove l’uomo, in un mondo divorato dalle tenebre e dai cataclismi, ha deciso di colonizzare e costruire le misteriose isole volanti sparse nel cielo privo di luce. In questa nuova Inghilterra vittoriana il giocatore dovrà costruire il proprio alter ego, attraverso un sistema ibrido che funge sia da background che da elenco funzionale delle proprie statistiche ed abilità, prendendo il comando di una locomotiva celeste.

Per ora la mappa contiene alcune città e location precostruite ed altre affidate alla generazione procedurale. La posizione esatta di entrambe invece è sempre casuale per ogni partita affrontata. Purtroppo la stessa cosa può dirsi delle missioni, soprattutto quelle inerenti alla trama di gioco, che segue le storie di PNG precisi e definiti. Il gioco parte nell’hub centrale, una delle città più grandi della mappa, nel quale è possibile trovare praticamente tutti i servizi necessari e le diverse fazioni disponibili. Seguire le richieste delle fazioni significa stimolare l’esplorazione dei cieli, andando alla ricerca di oro o gloria, a seconda degli obiettivi scelti ad inizio partita per il proprio personaggio.

I cieli possono essere monotoni

Sebbene non si possa negare una grande qualità narrativa per quel che concerne gli aspetti descrittivi degli eventi e degli incontri randomici, il sistema soffre da subito di una certa monotonia. La mappa infatti è ancora troppo vuota, pur essendo molto grande, costringendoci a numerosi viaggi “andata e ritorno” per evitare il disastroso game over. La pochezza delle quest, ridotte molto spesso a poco soddisfacenti viaggi alla deriva non aiuta il fruitore nell’immedesimazione, sicuramente non come con Sunless Sea.

sunless skies

Principalmente quindi, una volta dentro la locomotiva, dovremo stare attenti al carburante, alle provviste (utilizzate anche per attività di scouting), al “terrore” ed al surriscaldamento. Quest’ultimo interviene solo quando si utilizzano le armi, che possono essere ampliate e migliorate grazie ai mercanti e che non necessitano di munizioni. Sebbene gli scontri a fuoco con i nemici siano interessanti, la componente esplorativa esaurisce la propria dinamicità troppo presto, scontrandosi con la fisiologica mancanza di elementi della mappa.

Naturalmente non si tratta di una lamentela alla difficoltà in sé del gioco, quanto ad una certa mancanza di contenuti, capaci di spingere il giocatore ad affrontare viaggi sempre più lunghi e pericolosi. Lo standard di gameplay si assesta subito sul navigare in relativa sicurezza, cercando di trovare sulla base delle scarse informazioni i punti di interesse, per poi tornare al porto più vicino.

Dal punto di vista grafico invece, Sunless Skies migliora notevolmente il già piacevole Sunless Sea. Pur prendendo di sana pianta interi asset grafici precedenti, sono stati aggiunti alcuni particolari giochi di luce e una gamma di effetti tipici degli elementi aerei, quali nuvole e nebbia. La caratterizzazione di personaggi, città e storie coincide con quanto materialmente visibile dal giocatore, rendendo nel complesso il mondo di gioco plausibile ed avvincente. Stessa sorte anche per il comparto audio, che ricalca molto bene l’impressione di essere sospesi in un freddo mondo sovraterreno, quasi intrappolati in un cielo sterminato e privo di vita, ma denso di insidie.

sunless skies

Nel complesso Sunless Skies sembra essere preso di sana pianta dal predecessore, aggiornato con la consueta classe da Failbetter alla nuova ambientazione, e riproposto in salsa aerea. Non sarebbe neanche un approccio negativo, se non fosse che la versione attuale è ancora troppo scarna di contenuti (pur se di qualità) per poter interessare una grossa fetta di pubblico. Bisogna però ricordare che mancano ancora diversi mesi all’uscita finale, ragion per cui il titolo ha tutto il tempo per rimpolpare i propri contenuti.

Sunless Skies è un titolo sfortunato, che mostra chiaramente il potenziale figlio di una software house che ha sempre lavorato con grande qualità, la quale ha perso però troppi elementi validi per portare avanti un progetto nuovamente originale. Visto che potrebbe essere il canto del cigno di Failbetter Games, il consiglio spassionato è di acquistare per tutti i fan della saga (che apprezzeranno il titolo) o di aspettare la release finale per tutti gli altri indecisi. 

Sunless Skies – Anteprima ultima modifica: 2018-08-22T08:00:08+00:00 da Lorenzo Quadrini

Post Correlati

Rapture Rejects – Anteprima

Rapture Rejects - Anteprima

Rapture Rejects è un top-down shooter, in stile Cyanide & Happyness con elementi tipici del Battle Royale: rapido e divertente è frutto della collaborazione tra Galvanic Games ed Explosm Games, disponibile su Steam in early access.

Kynseed – Anteprima

Kynseed - Anteprima

Kynseed: quel che verrà Kynseed è, prima di tutto, un progetto molto interessante. Lo affermiamo subito per togliere ogni dubbio. Si tratta di un life sim, in un mondo sandbox, con meccaniche RPG, sviluppato da tre ex-membri di Lionhead Studios (Fable), da poco disponibile in Early Access su...

Parkasaurus – Anteprima

Parkasaurus - Anteprima

Parkasaurus è un simulatore di dinosauri all’ultima moda Abbandonando il realismo (almeno in parte) per cercare di creare qualcosa di nuovo, WashBear ha realizzato un qualcosa di unico. Parkasaurus è si membro del genere classicone dedicato alla costruzione di parchi di divertimento, ma ha quel...

Lascia un commento