Kards – Anteprima

Kards – Anteprima

Kards trasporta la seconda guerra mondiale in un nuovo gioco di carte collezionabili

Prima o poi dovremo tentare di raccogliere le idee per un articolo che mostri l’evoluzione dei videogiochi di carte. Infatti sono davvero tanti i titoli che, con più o meno successo, hanno tentato di conquistare spazio nel mercato videoludico dedicato a questo genere. Nel caso di Kards non stiamo parlando di un gioco con meccanica legata alle carte come ad esempio il recente Cultist Simulator, bensì un vero e proprio gioco di carte collezionabili ambientato nel terribile periodo della seconda guerra mondiale. Un target di gioco quindi molto più vicino ai mondi di Hearthstone, Gwent e ovviamente al papà di tutti questi giochi ovvero Magic: The Gathering.

Tora! Tora! Tora!

Come potete immaginare, il gioco consiste nel creare un mazzo di carte scegliendo una delle cinque maggiori potenze coinvolte nel conflitto: Germania, Stati Uniti, Inghilterra, Giappone e Russia. A mischiare le carte però, è stata introdotta la possibilità di creare mazzi a due fazioni. I mazzi di quaranta carte possono contenere infatti al massimo dodici carte della fazione secondaria e potremo quindi schierare fantasiosi eserciti anglo-giapponesi ad esempio. Questa scelta toglie di realismo, ma giova molto alla profondità nella fase di deck building del titolo.

In sintesi ogni partita consiste nel distruggere il quartier generale avversario infliggendo venti danni. Per poterlo fare, ogni turno riceviamo in modo sempre crescente dei crediti. Questo denaro serve sia a pagare il costo delle carte che vogliamo giocare, sia a mobilitarle. Una scelta che ci costringe sempre a valutare se giocare nuove carte dalla mano o se utilizzare quelle già in campo, in un modo diverso, ma non totalmente dissimile dal recente Keyforge.

Le carte vanno schierate inizialmente nella linea di supporto per poi spostarle in un turno successivo sulla linea di fronte, una sezione del gioco che solo un giocatore può occupare e conquistare. Se vogliamo controllarla dobbiamo quindi prima scacciare le forze nemiche, così da avere accesso diretto al HQ nemico e poter quindi sferrare i danni maggiori. Le carte variano fra unità di fanteria, mezzi corazzati, artiglieria, caccia da combattimento, bombardieri e contraerea. Oltre la forza bruta sono importanti anche le carte Ordine, azioni spesso one shot che variano da rimozioni, peschini, potenziatori, tutori e così via.

Their Finest Hour

Ogni nazione ha le sue strategie peculiari: i tedeschi hanno molte carte con abilità blitz, per prendere velocemente il controllo della linea di fronte con i famosi panzer. I giapponesi hanno abilità legate al loro sacrificio (banzai!), gli americani generano molti crediti con l’economia soprannominata war machine, gli inglesi sono arroccati in difesa e i russi, manco a dirlo, contano sul numero delle loro forze armate.

Sebbene il comparto grafico non sia comparabile alle grandi produzioni, l’ambientazione storica in Kards è resa benissimo. Tutte le carte presentano illustrazioni che si rifanno all’iconografia classica dell’epoca come pin up, effigi militari e motti divenuti tristemente famosi. La tatticità del gioco è ben riuscita, bisogna bilanciare risorse e posizione sul campo per poter prendere il controllo del board e l’imprevedibilità delle fazioni rende ogni partita un’incognita.

Presto per dirlo, ma sembra che Kards abbia già raccolto un buon numero di giocatori. Pare che anche gli HQ possano nascondere obiettivi di vittoria diversi dai semplici 20 danni e il gioco forse ha ancora in serbo qualcosa di ancora più intrigante. La gestione della collezione è ancora da sistemare, difficile consultare tutte le carte e il mazzo durante la creazione dello stesso, ma già ora il numero di carte e la varietà degli effetti ci ha fatto appassionare.

Kards – Anteprima ultima modifica: 2019-01-23T07:00:43+02:00 da Matteo Gallo

Post Correlati

Amber County – Anteprima

Amber County - Anteprima

Un punto di vista diverso per Amber Coutry Steven O'Hara, detective di New York in vacanza ad Amber County, non si aspettava molto da questa breve fuga dal fragore metropolitano. Riposarsi un po'? Si. Godersi un sonno privo di incubi? Assolutamente. Indagare su un apparente suicidio?...

Hades – Anteprima

Hades - Anteprima

Hades è un action roguelike aggressivo e spietato per PC che offre al giocatore svariate ore di divertimento.

Beat Saber – Anteprima

Beat Saber - Anteprima

Beat Saber, un titolo VR che potrebbe farvi amare la realtà virtuale In un mondo ormai quasi saturo di esperienza tradizionali, l'arrivo della realtà virtuale ha segnato in un primo momento un picco non indifferente di interesse, che è andato poi a scemare per via di giochi non sempre...

Lascia un commento